Indicatore RSI Relative Strenght Index

Indicatore RSI

L’RSI, o Relative Strenght Index (che tradotto si dice Indicatore di Forza Relativa) si tratta di un indicatore tecnico e considerato un oscillatore, per essere utilizzato nell’analisi dei mercati finanziari (Forex, Azioni un po’ meno nelle cripto valute,ecc..). Questo indicatore tecnico rappresenta la forza (al contrario la debolezza) di un qualsiasi mercato finanziario, si basa sui prezzi di chiusura di un periodo (time frame che va da un minuto “1M” a un giorno “1D” o più).

L’oscillatore RSI, misura la velocità e la direzione dei movimenti di prezzo. Il Momentum è la velocità del prezzo in salita o in discesa. L’RSI calcola la velocità come rapporto tra chiusure “alte” e chiusure “basse”. Ad esempio se la valuta in esame sta salendo l’ RSI salirà e viceversa scende.

Quando viene utilizzato l’ Indicatore RSI

Indicatore RSI

Indicatore RSI di solito viene usato sui grafici bisettimanali, dove la forza viene misurata all’interno di una scala che va da 0 a 100, con massimi e minimi che si trovano dentro un range che va da 70 e 30 rispettivamente. Quando si superano le soglie di 30 o 70, io per esempio uso 20-80 (parere personale per eventuale ingresso a mercato), significa che il momentum, ovvero il mercato ha molta più forza se minore di 30 più venditori ” sellers ” invece se maggiore di 70 più compratori ” buyers “.

Troverete altre indicazioni sull’ RSI e formule di calcolo cliccando qui.

L’RSI, notiamo dal grafico in figura soprastante, si trova nella parte sotto il grafico principale del prezzo (poi dipende da dove lo mettete voi). L’indicatore ha una linea superiore sul livello di 70, e una linea inferiore che si trovare a 30 anche queste modificabili a piacere. La barra mediana si trova a 50. Ideatore dell’RSI, Welles Wilder, raccomanda un utilizzo dell’RSI con gli ultimi 14 periodi (personalizzabili).

Se l’RSI si trova sotto i 50, vuol dire che le perdite del mercato sono più grandi dei guadagni. Viceversa è sopra i 50, significa che i guadagni sono maggiori delle perdite.

Se vi interessa come il trading visita questa pagina

Questa voce è stata pubblicata in finanza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.